{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}
Simposio De Nora: soluzioni avanzate ed ecocostenibili per competere

“Innovare il modo di fare innovazione”. Parte da questa affermazione apparentemente contraddittoria la nuova strategia del Gruppo De Nora. L’azienda ancora una volta punta sulla ricerca per ampliare la gamma del proprio portafoglio tecnologico e dei propri prodotti e va a caccia di innovatori per dialogare con la punta più avanzata degli studi scientifici nel mondo.

A questo proposito, la Società ha recentemente ha riunito a Milano alcune di queste realtà nella 6a edizione dell’R&D Symposium per cercare di accrescere e di intensificare il proprio network nel mondo accademico, ricercando nuovi partner in grado di alimentare l’innovazione, cuore pulsante dell’azienda.
Il Simposio, parte integrante del nuovo percorso di open innovation intrapreso dal gruppo nel 2015, viene organizzato ogni anno per individuare e generare spunti scientifici e tecnologici per alimentare l’innovazione all’interno delle Strategic Arenas (elettrodi e tecnologie di coating, produzione di idrogeno da elettrolisi dell’acqua, pile a combustibile, elettro-raffinazione di metalli, sintesi di composti organici per via elettrochimica a partire da CO2 e fonti rinnovabili, disinfettazione dell’acqua delle piscine, trattamento delle acque industriali, municipali e marine), individuate dalla Business Strategy come ambiti di crescita tecnologica e di mercato. Quest’anno, per la prima volta, è stato organizzato in Italia con l’intento di abbracciare il mondo della ricerca accademica europea e mediorientale e ha visto la partecipazione di importanti istituzioni universitarie e centri di ricerca internazionali. Le edizioni precedenti si sono invece svolte in Giappone e USA per agevolare il networking e le collaborazioni in estremo oriente e Nord America.

Otto i topic selezionati
Nel corso delle due giornate, gli 8 topic selezionati hanno offerto spunti di riflessione sia sul settore più tradizionale per l’azienda delle electrode technologies che sull’ambito di più recente approccio delle water technologies, due ambiti di estrema attualità che il gruppo milanese ha individuato come assi principali per la propria crescita. All’evento erano presenti circa 80 persone provenienti da USA, Israele, Italia, Spagna, Germania, Danimarca, Francia, Brasile, Giappone con la partecipazione di dipendenti De Nora, prevalentemente dei reparti R&D, Engineering, Sales, Marketing and Business Development. Sono invece intervenuti in qualità di relatori 8 group leader, 3 gruppi dalla Spagna, 1 dalla Francia, 1 dalla Danimarca, 1 dalla Germania, 1 dall’Italia, 1 da Israele che hanno tenuto una presentazione e 16 accompagnatori tra ricercatori, post-doc e dottorandi che hanno presentato dei poster di approfondimento su alcune tematiche di ricerca.

Nuovi traguardi di innovazione
Lorenzo Antozzi, Basic Research & Scanning Director, dichiara: “La ricerca di base e lo scanning di nuove tecnologie sono uno dei pilastri per raggiungere traguardi di innovazione in ambiti anche al di fuori dello storico core business dell’azienda (coating ed elettrodi). Il Simposio è uno degli strumenti che permetterà a De Nora di creare valore e competere al meglio, perseguendo il modello dell’open innovation e sviluppando collaborazioni con numerosi centri di ricerca di eccellenza internazionale. Tra gli istituti rappresentati durante l’evento: Università di Torino (Italia), Technical University of Denmark (Danimarca), University of Mainz (Germania), Research Centre for Energy, Environment and Technology (Spagna), Israel Institute of Technology (Israele)”.
“De Nora, sempre attiva in numerosi progetti, a livello globale, segue diverse iniziative per continuare il processo di innovazione legato al proprio Core Business di produzione di elettrodi con tecnologie di coating (incremental innovation) e per indagare nuove arene tecnologiche (strategiche) non ancora sviluppate e il cui impatto a livello mondiale rappresenterebbe una svolta (break through innovation)”, conclude Filippo Ronzani - Scientist, Basic research and scanning di De Nora.
In particolare, il gruppo di ricerca di base dell’azienda sta conducendo una ricerca, in collaborazione con due centri di eccellenza italiani, sulla rimozione di microinquinanti (metalli e composti organici che, sebbene presenti in concentrazioni molto basse, sono tossici per flora e fauna, uomo incluso) dall’acqua (micropollutants). Il progetto, che prosegue in parallelo ad altre iniziative del Gruppo tese all’applicazione delle tecnologie nel portafoglio De Nora per la distruzione dei microinquinanti dall’acqua, mira a comprendere a livello fondamentale le proprietà dei materiali per una possibile applicazione in sistemi di assorbimento di inquinanti per purificare l’acqua. Ma questo e solo un esempio tra i tanti progetti che l’azienda sta portando avanti in collaborazione con centri di ricerca esterni, soprattutto nell’ambito del trattamento delle acque.

Il Simposio per De Nora ha rappresentato quindi un momento di confronto e di discussione sui temi della ricerca accademica accoppiata alla ricerca e sviluppo industriale per al servizio dell’innovazione per il Business Development che permetterà al Gruppo di rafforzare la propria identità di attore di primo piano nel mondo dell’innovazione ad ogni livello dell’azienda, in Italia e nel mondo.

Una multinazionale italiana
Con un fatturato consolidato 2016 di €431 milioni, De Nora è una multinazionale italiana, leader nelle tecnologie per la crescita sostenibile, che offre prodotti per il risparmio energetico e soluzioni per il trattamento acque.
De Nora è il primo gruppo al mondo nella fornitura di elettrodi per processi elettrochimici (industria cloro-soda, trattamenti galvanici, elettronica, elettroclorazione, prevenzione elettrochimica della corrosione, stoccaggio di energia da fonti rinnovabili e componenti per fuel cells) ed è tra i primi protagonisti nelle tecnologie e processi per la filtrazione e disinfezione delle acque (potabilizzazione, trattamento acque di processo, reflui industriali e civili, trattamento acque di zavorra).

www.denora.com

Letto 140 volte Ultima modifica il Giovedì, 16 Novembre 2017 18:02
Contattaci su FB

Dal 1973 ICP - Rivista dell’Industria Chimica è il mensile di riferimento dell’industria chimica e farmaceutica e dell’ingegneria di processo in Italia.

 

 

Information

Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…