{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}
Sistemi ad hoc per il controllo della temperatura

Spesso l’end user ha la necessità di avere i sistemi di termostatazione perfettamente integrati all’intero processo. In tal modo, non ci sono sprechi energetici e di tempo. Inoltre, è bene che questi sistemi siano indipendenti l’indipendenza da eventuali energie primarie presenti in stabilimento.

In tutti i settori industriali è in crescita l’utilizzo di tecnologie di fabbricazione sempre più avanzate e moderne. Per questo motivo le linee produttive hanno necessità sempre più specifiche. Ciò si applica anche agli strumenti per la regolazione della temperatura. Le gamme di temperatura richieste, infatti, sono sempre più ampie e solo se l’intero processo e i sistemi di termostatazione sono perfettamente integrati l’uno con l’altro non ci sono sprechi energetici e di tempo. Quando vengono soddisfatti questi presupposti è possibile garantire una produzione di elevata qualità con un processo che garantisca anche la massima efficienza.
I requisiti richiesti per i sistemi che controllano la temperatura devono garantire stabilità, flessibilità, automazione e compatibilità ambientale. I moderni sistemi di riscaldamento e raffreddamento, infatti, devono poter essere combinabili, espandibili e modificabili in modo da garantire le performance richieste dagli impianti industriali di ultima generazione.
Un aspetto di fondamentale importanza per i sistemi di controllo della temperatura è, ad esempio, l’indipendenza da eventuali energie primarie presenti in stabilimento. Infatti, un sistema centrale non dovrebbe influenzare i moduli di controllo della temperatura poiché questo può avere un effetto negativo a catena su diverse parti dell’impianto.

La strumentazione LAUDA
FKV propone, per far fronte a queste problematiche applicative, la linea strumentale LAUDA.
LAUDA è sicuramente sinonimo di innovazione, competenza tecnica e flessibilità costruttiva. Tutte le centraline di controllo della temperatura sono costruite direttamente in LAUDA e possono essere personalizzate secondo le esigenze specifiche dell’impianto. Uno dei punti di forza di quest’azienda è senza dubbio la possibilità di poter vantare dei reparti di progettazione, produzione e collaudo con personale altamente specializzato e qualificato per la realizzazione di prodotti specifici disegnati e realizzati ad hoc per i clienti. LAUDA progetta e realizza da oltre 60 anni sistemi per il controllo della temperatura con range da -150 fino a 550 °C.
Nel settore chimico, farmaceutico e petrolchimico è sicuramente l’unica azienda in grado di garantire l’ottimizzazione della temperatura sull’intera catena di termostatazione grazie alla divisione HKS che progetta e produce sistemi di refrigerazione e riscaldamento per processi industriali. Le centraline, infatti, vengono progettate e costruite in conformità ai principi dell’ingegneria modulare e possono essere integrate nell’impianto esistente senza difficoltà.
I sistemi refrigeranti e/o riscaldanti e i sistemi a circuito secondario sono progettati e costruiti secondo le specifiche dell’azienda utilizzatrice e soddisfano le più severe norme di sicurezza. LAUDA, infatti, è in grado di progettare sistemi che possono essere collocati in zone ATEX. Grazie alla connotazione fortemente ingegneristica della divisione HKS è possibile usufruire di studi tecnici approfonditi per l’inserimento degli scambiatori di calore che sfruttano sorgenti energetiche primarie come vapore, azoto liquido o altro o sistemi attivi indipendentemente da quanto già presente in stabilimento per scaldare o raffreddare.
Nella fase di progettazione è quindi di fondamentale importanza stabilire alcuni fattori che permettano la giusta configurazione. Il campo di temperatura da dover garantire è uno di questi aspetti, ma non di meno sono da considerare anche le masse in gioco e il fluido di termostatazione necessario, il tipo di impianto esistente e le condizioni di operatività e, non ultima, l’esistenza di energie primarie o meno (ad esempio vapore, acqua glicolica fredda, azoto liquido…) per poter ridurre l’impatto energetico della produzione di caldo e freddo. Tutti i sistemi vengono progettati e realizzati in Germania e testati individualmente prima della consegna. LAUDA e FKV sono sicuramente i partner ideali per la realizzazione del miglior sistema di regolazione della temperatura per impianti industriali.
LAUDA, infatti, è in grado di progettare sistemi che possono essere collocati in zone ATEX. Grazie alla connotazione fortemente ingegneristica della divisione HKS è possibile usufruire di studi tecnici approfonditi per l’inserimento degli scambiatori di calore che sfruttano sorgenti energetiche primarie come vapore, azoto liquido o altro o sistemi attivi indipendentemente da quanto già presente in stabilimento per scaldare o raffreddare.

www.fkv.it

 

Letto 404 volte Ultima modifica il Martedì, 14 Marzo 2017 16:09
Contattaci su FB

Dal 1973 ICP - Rivista dell’Industria Chimica è il mensile di riferimento dell’industria chimica e farmaceutica e dell’ingegneria di processo in Italia.

 

 

Information

Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…