{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}
Protezione contro le sovratensioni ad alto livello

Nel nuovo sistema di protezione contro le sovratensioni M-LB-5000 di Pepperl+Fuchs, i moduli single-channel migliorano la disponibilità dell'impianto e consentono di ottimizzare i costi complessivi. I moduli di protezione hanno diagnostica e display a semaforo e interfaccia separata per il controllo.

Diagnostica e modularità in uno spessore di soli 6,2 mm: sono queste le caratteristiche offerte dal nuovo sistema di protezione contro le sovratensioni M-LB-5000 di Pepperl+Fuchs. Grazie a queste caratteristiche, i moduli single-channel migliorano la disponibilità dell'impianto e consentono di ottimizzare i costi complessivi. Il sistema di protezione contro le sovratensioni M-LB-5000: moduli di protezione con diagnostica e display a semaforo e interfaccia separata per il controllo
La soluzione brevettata per la diagnostica offerta dal sistema M-LB-5000, con il suo display a semaforo intuitivo e facile da leggere, riduce al minimo i costi di collaudo nel rispetto della norma EN 62305-3 e consente il monitoraggio delle proprie condizioni. La luce verde sul modulo di protezione indica che ci sono sia la massima protezione sia una sufficiente autonomia di funzionamento. Il LED giallo indica che il modulo di protezione ha raggiunto il 90% del suo ciclo di vita, ma il circuito di segnalazione è ancora protetto. Bisognerà sostituire il modulo di protezione quando si eseguirà la prossima manutenzione programmata. Se l'indicatore è rosso, il modulo di protezione è danneggiato in modo permanente e la protezione non è più operativa. Il modulo di protezione deve essere sostituito immediatamente per evitare danni quando si verificherà un prossimo episodio di sovratensione.
Questa configurazione fa sì che i moduli di protezione vengano sempre sostituiti al momento giusto. È un approccio che migliora la disponibilità della protezione contro le sovratensioni, e quindi di tutto il sistema, e al tempo stesso riduce al minimo i costi di manutenzione. Lo stato dei moduli di protezione può essere comunicato al controllore tramite i contatti presenti nei moduli oppure tramite la barra di alimentazione.
Il sistema modulare semplifica messa in servizio e manutenzione grazie a una funzione di disconnessione del circuito nonché alla possibilità di sostituire il modulo di protezione durante il funzionamento senza interrompere la protezione.
Quando si rimuove un modulo di protezione, il relativo circuito di segnalazione resta collegato mediante il modulo di base montato sulla guida DIN. Il processo di disconnessione non comporta quindi l´interruzione del segnale, il che significa che un modulo di protezione può essere sostituito senza incidere sul funzionamento dell'impianto.
Se il modulo di protezione viene collegato girandolo di 180°, il circuito di segnalazione verrà interrotto mediante la funzione di isolamento integrata. Ciò semplifica gli interventi di manutenzione, nonché i controlli sul circuito e permette di eseguire test di isolamento durante la messa in servizio o in maniera continuativa.
I 6,2 mm di spessore dei moduli di protezione consentono di risparmiare spazio nel cabinet elettrico. Si può evitare di utilizzare morsetti sezionatori: durante il retrofitting, i comuni morsetti sezionatori esistenti possono essere sostituiti indipendentemente dalle esigenze di spazio.
Il display a semaforo del modulo di protezione minimizza i costi di collaudo e consente il monitoraggio continuo delle condizioni.

Per ulteriori informazioni, visitate il nostro sito:
www.pepperl-fuchs.com
 

Letto 350 volte
Contattaci su FB

Dal 1973 ICP - Rivista dell’Industria Chimica è il mensile di riferimento dell’industria chimica e farmaceutica e dell’ingegneria di processo in Italia.

 

 

Information

Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…