{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}
Tyvek® 500 HV, tuta “2 in 1” che protegge dai rischi biologici e ferroviari.

Per assicurare la protezione degli operatori, SNCF ricercava una tuta protettiva che unisse le funzioni di barriera chimica e alta visibilità. Una sfida alla quale DuPont Protection Solutions ha risposto tramite lo sviluppo, in stretta collaborazione con i team di SNCF, della tuta da lavoro Tyvek® 500 HV.

Vicino alla stazione ferroviaria di Limoges Bénédictins (Francia) si trova uno dei 38 centri tecnici per la manutenzione del materiale ferroviario appartenente alla Direzione dei Materiali di SNCF (azienda nazionale delle ferrovie francesi). Denominato ‘Etablissement de Maintenance et de Traction* (EMT) Dépôt des locomotives du Limousin’, questo sito di 450 persone è destinato alla manutenzione leggera dei treni regionali e conta 150 operatori che si occupano quotidianamente della manutenzione e della riparazione dei treni in officina o all’esterno.
La tuta Tyvek® 500 HV a uso limitato è stata scelta dall’azienda ferroviaria francese SNCF per gli operatori che lavorano in officina e all’esterno. Le tute protettive, oltre a possedere le riconosciute qualità di durabilità e traspirabilità della tecnologia Tyvek®, uniscono la protezione chimica, biologica e antistatica con l’elevatissima visibilità.

Una collaborazione al servizio della sicurezza
Béatrice Boussavie, specialista in materia di sicurezza e salute sul lavoro, e responsabile della prevenzione dei rischi professionali dell’EMT, fornisce a ognuno dei lavoratori 23 tute da lavoro in tessuto, lavabili e ad alta visibilità. L’equipaggiamento dei lavoratori comprende inoltre l’indumento a uso limitato DuPont™ Tyvek® Dual, per i lavori sporchevoli svolti in officina.
Per proteggere i lavoratori esposti ai rischi ferroviari durante i lavori realizzati vicino alle rotaie in uso, Lionel Delport del reparto della sicurezza per la gestione dell’equipaggiamento era alla ricerca di una tuta da lavoro (tipi 5 e 6) che rispondesse a diversi criteri essenziali:
· alta visibilità in conformità con la norma EN ISO 20471 (Classe 3/3) per la prevenzione dei rischi ferroviari,
· barriera chimica contro sostanze chimiche inorganiche acquose a bassa concentrazione (quali gasolio, liquidi refrigeranti, olio, ecc.) e contro le particelle pericolose di piccole dimensioni, protezione contro l’esposizione ai rischi biologici, in particolare per gli operatori che realizzano l’esame visivo dei vagoni dopo gli urti con animali o persone,
· design senza cappuccio, in modo da non intralciare l’udito dei lavoratori che devono essere in grado di sentire il rumore di un treno in arrivo.
Lionel Delport si è rivolto a DuPont Protection Solutions, “una dinamica azienda all’ascolto degli utilizzatori.” Oltre a essere l’unico produttore coinvolto nel progetto, DuPont Protection Solutions è fornitore esclusivo di SNCF per le tute da lavoro a uso limitato. Dopo oltre un anno di lavoro in stretta collaborazione tra i team di SNCF e DuPont Protection Solutions, i 150 manutentori dell’EMT indossano oggi la tuta

Tyvek® 500 HV: una soluzione multifunzione
Dotati di tutte le caratteristiche delle tute a uso limitato Tyvek®, i nuovi indumenti Tyvek® 500 HV progettati da DuPont Protection Solutions sono in grado di rispondere a tutti i requisiti di SNCF.
Le tute, oltre a possedere le riconosciute qualità di durabilità e traspirabilità della tecnologia Tyvek®, uniscono la protezione chimica, biologica e antistatica con l’elevatissima visibilità. Grazie al colore arancione fluorescente e alle strisce riflettenti in color grigio-argento, queste tute da lavoro con colletto alla coreana consentono ai lavoratori di SNCF “di essere più visibili e facilmente identificabili dai conduttori dei treni sia di giorno che di notte.” Ideali per assicurare la sicurezza dei lavoratori in ambienti bui e pericolosi o in condizioni di maltempo, per Lionel Delport e Béatrice Boussavie, “le tute Tyvek® 500 HV sono al contempo un dispositivo di protezione individuale e un dispositivo di segnalazione visuale, in grado di proteggere i manutentori contro i rischi chimici, la sporcizia e il pericolo di essere investiti dai treni.”
Le nuove tute da lavoro progettate da DuPont Protection Solutions presentano un ulteriore vantaggio importante per Lionel Delport, “dato che sono progettate per un uso limitato, e che non saranno lavate, mantengono le proprietà fluorescenti e riflettenti fino a quando non vengono dismesse. Al contrario, gli indumenti in tessuto non sono in grado di garantire tali prestazioni a causa dei ripetuti lavaggi”.

Riuscire a combinare elevata sicurezza e mantenimento dei costi
Per Lionel Delport di SNCF, l’altro obiettivo con la nuova tuta era la riduzione del numero di indumenti fornito a ogni lavoratore, in particolare ai tirocinanti e agli studenti apprendisti che ricevevano la stessa dotazione dei lavoratori a tempo pieno. Fornire loro un equipaggiamento ad alta visibilità e ad uso limitato, in particolare per i lavori sporchevoli, ha rappresentato “una reale diminuzione dei costi per l’azienda sia per quanto riguarda il lavaggio industriale dell’abbigliamento ad alta visibilità sia in termini di quantità di indumenti fornita ai lavoratori, evitando la mancata restituzione dei DPI dopo le sessioni di lavoro.”
Indossata dai lavoratori al di sopra delle tute da lavoro in tessuto, Tyvek® 500 HV illustra “la totale complementarietà di questi due tipi di DPI pur giocando ognuno un ruolo molto differente.” Lionel Delport spiega, “la tuta Tyvek® 500 HV consente, per esempio, di proteggere gli indumenti in tessuto evitando che si sporchino, specialmente durante le mansioni svolte dai manutentori ferroviari, che si muovono regolarmente tra i treni e sono quindi esposti al grasso di grafite, particolarmente aggressivo.”
Oltre alla complementarietà con l’abbigliamento in tessuto, Lionel Delport spiega che la tuta Tyvek® 500 HV presenta un reale vantaggio anche in altre postazioni di lavoro come “nei veicoli di servizio, per i conduttori di treni in caso di incidenti ferroviari o per i dipendenti che devono intervenire per le riparazioni in ambienti esterni. Avere uno stock di indumenti a uso limitato nei vagoni di emergenza è una soluzione sicura, in qualsiasi condizione, per la protezione del personale contro i rischi ferroviari e la sporcizia quando intervengono sulla massicciata.”

www.dupont.it

Letto 129 volte
Contattaci su FB

Dal 1973 ICP - Rivista dell’Industria Chimica è il mensile di riferimento dell’industria chimica e farmaceutica e dell’ingegneria di processo in Italia.

 

 

Information

Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…