{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}
NanoInnovation2017: focus sulle tecnologie della stampa 3D

In un convegno internazionale in programma a Roma, ricerca pubblica e privata si confronteranno, inoltre, sui i temi che sono alla base della prossima rivoluzione produttiva. Tema di importanza strategica: l’Additive Manufacturing

Organizzato da AIRI - Associazione Italiana per la Ricerca Industriale e Associazione Nanoitaly, NanoInnovation2017 si svolge dal 26 al 29 settembre nella suggestiva cornice del Chiostro Rinascimentale del Sangallo, presso la Facoltà di Ingegneria Civile e Industriale dell’Università Sapienza a Roma.
Rivolto a ricercatori, imprenditori, industrie, enti di ricerca, NanoInnovation 20167 è la più importante conferenza sulle nanotecnologie e le tecnologie abilitanti in Italia. L’obiettivo è quello di illustrare il ruolo trasversale e sinergico delle nanotecnologie e della loro integrazione con le altre Key Enabling Tecnologies (KET) (micro-nanoelettronica, biotecnologie industriali, fotonica, materiali e sistemi avanzati di produzione) per lo sviluppo industriale, in settori quali ad esempio chimica, materiali, medicina e salute, elettronica, aerospazio, ambiente, biotech, agroalimentare, beni culturali.
Secondo il Rapporto OCSE sulla “Next Production Revolution” (maggio 2017) le nanotecnologie rappresentano una delle tecnologie chiave per il rilancio della competitività del sistema industriale internazionale. Le probabilità di successo finale sono ovviamente legate anche alla possibilità di una loro corretta integrazione con i nuovi processi produttivi in una visione di innovazione moderna, nella quale vengono ottimizzati gli aspetti ambientali, gli aspetti economici e quelli sociali.

Additive Manufacturing, tema di importanza strategica
In questa ottica, nell’ambito di NanoInnovation2017 (www.nanoinnovation.eu) sono previsti tre appuntamenti, in programma giovedì 28 settembre, dedicati alla tematica dell’Additive Manufacturing (o Stampa 3D, AM) quale tecnologia di processo per lo sviluppo di smart products innovativi all’interno del modello della Value Chain attualmente adottato dalla UE, che di fatto prevede l’utilizzo sinergico di nuove e diverse conoscenze che si estendono dai nanomateriali, ai processi, alle tecnologie digitali.
L’impiego della Stampa 3D consente inoltre di ottenere prodotti estremamente avanzati orientati alla salvaguardia dell’ambiente. Il sistema produttivo, in questo caso, è organizzato affinché si impieghi meno materiale modificando la gestione del magazzino, e realizzando componenti composti da un minor numero di pezzi, applicando i principi dell’Economia Circolare.
L’argomento trattato pertanto è uno dei temi di importanza strategica per il futuro progresso tecnologico ed industriale di ogni Paese. Al momento siamo solo all’inizio di un prorompente ed innovativo processo progettuale, organizzativo e produttivo di cui, attualmente, si percepiscono le enormi potenzialità, molte delle quali ancora da immaginare e sviluppare. Per questo tutte le componenti pubbliche e private della comunità scientifica, tecnologica, ed industriale si sono attivate tempestivamente, cercando di operare in sempre più stretta sinergia, per affrontare la nuova, sfidante prospettiva.
Il programma della giornata prevede l’intervento di qualificati Rappresentanti dell’Industria di diversi settori (automotive, aeronautica, aerospazio, microelettronica, biomedicale, ecc.) e di Istituzioni Pubbliche di Ricerca per discutere i punti di maggiore interesse e criticità della tecnologia. Tutti gli speakers invitati tenteranno di rispondere alla domanda - titolo della giornata: A che punto siamo?

www.nanoinnovation.eu
www.airi.it

Letto 153 volte Ultima modifica il Martedì, 26 Settembre 2017 08:25
Contattaci su FB

Dal 1973 ICP - Rivista dell’Industria Chimica è il mensile di riferimento dell’industria chimica e farmaceutica e dell’ingegneria di processo in Italia.

 

 

Information

Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…