{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}
Lubrificanti: tre nuovi prodotti Shell per ridurre i costi di gestione

A seguito della presentazione della ricerca “Shell Total Cost of Ownership” e della nuova campagna “Insieme tutto è possibile”, Shell Lubricants lancia Shell Tellus S2 MX, Shell Tellus S2 VX e Shell Omala S4 GVX, disponibili anche sul mercato italiano

Dalle più recenti ricerche in ambito tecnologico nascono i nuovi oli idraulici Shell Tellus S2 MX (per sistemi idraulici stazionari) e Shell Tellus S2 VX (per sistemi idraulici mobili) e l’olio per ingranaggi Shell Omala S4 GVX, sviluppati grazie alla collaborazione con clienti e OEM del settore per offrire maggiore produttività, una superiore protezione contro l’usura, un’eccellente efficienza del sistema e una più lunga durata dell’olio.

I benefici di Shell Tellus S2 MX e Shell Tellus S2 VX
Entrambi i prodotti sono tra i primi nel mercato in grado di soddisfare il nuovo standard Bosch Rexroth, dimostrando prestazioni eccellenti contro l’usura anche in condizioni operative tredici volte più impegnative rispetto allo standard di prova tradizionale per le pompe idrauliche (Il nuovo test Bosch Rexroth aumenta il fattore di sollecitazione di 13 volte rispetto al test delle pompe Eaton 35VQ25). Nel dettaglio:
· Maggiore protezione dall’usura: minori frequenze delle rotture e migliori affidabilità delle attività operative
· Lunga durata: con oltre 5’000 ore di durata nei TOS Test superano di 3 volte i limiti di settore e degli OEM; contribuendo a ridurre i tempi di fermo macchina
· Funzionamento del sistema più efficiente : maggiore produttività e i cicli più lunghi di manutenzione

I benefici di Shell Omala S4 GXV
Le viscosità di Shell Omala S4 GXV 150–680 cSt sono approvate da Siemens per i riduttori e le unità di ingranaggi Flender a fronte della Revision15 per le unità di ingranaggi elicoidali, conici e epicicloidali; questi nuovi oli top di gamma per ingranaggi sono inoltre formulati con una nuova tecnologia sviluppata per incontrare i più alti requisiti dei moderni riduttori.
Nel dettaglio:
· Maggiore protezione dall’usura: Proteggere gli ingranaggi dal danneggiamento e aiuta ad aumentarne la durata in servizio garantendo oltre il 98% di usura in meno rispetto ai limiti standard dei test dell'industria )DIN FE-8 test sull'usura del cuscinetto - secondo i requisiti DIN 51819-3; 80 ore, 7.5 rpm, 80 kN e 80 °C)
· Lunga durata: bassa tendenza allo schiumeggiamento, anche in presenza di filtrazione fine
· Massima efficienza: con un elevato indice di viscosità fornisce una migliore fluidità a basse temperature conservando la capacità di operare con temperature in serbatoio fino a 120 ºC
· Ampliata compatibilità con guarnizioni, sigillanti e vernici: gli oli Shell OMALA S4 GXV incontrano i requisiti prestazionali dei test statico (ISO 1817) e dinamico (DIN 3761) per le guarnizioni Freudenberg e sono compatibili con le vernici interne comunemente usate Mäder e Rickert.

La ricerca Shell Total Cost of Ownership
In occasione dello Shell Technology Forum di Amsterdam, Shell ha presentato i risultati della ricerca “Shell Total Cost of Ownership”, che hanno evidenziato come molte aziende riconoscono, ma ancora sottovalutano, i benefici per il proprio business derivanti dalla corretta scelta e dall’adeguato utilizzo dei lubrificanti nei processi di produzione. Lo studio sulle procedure di lubrificazione è stato commissionato da Shell Lubricants e condotto dalla società di ricerca Edelman Intelligence. L’indagine si è basata su 212 interviste, effettuate tra novembre e dicembre 2015, ad addetti del settore che, nell’ambito delle proprie attività lavorative, acquistano, influenzano l’acquisto o utilizzano lubrificanti/grassi in otto paesi (Brasile, Canada, Cina, Germania, India, Russia, Regno Unito e Stati Uniti).
Per colmare il gap emerso dallo studio e per sostenere i propri clienti verso le nuove frontiere dell’industria 4.0, Shell ha sviluppato la campagna di informazione e formazione “Insieme tutto è possibile”, che punta a dimostrare come un approccio consulenziale dedicato, unito a tecniche di analisi e di monitoraggio avanzate e all’uso di prodotti performanti, possano migliorare le prassi di lubrificazione e consentire significativi risparmi.

Per saperne di più,
www.shell.it/lubrificanti

Letto 176 volte
Etichettato sotto
Contattaci su FB

Dal 1973 ICP - Rivista dell’Industria Chimica è il mensile di riferimento dell’industria chimica e farmaceutica e dell’ingegneria di processo in Italia.

 

 

Information

Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…